Corso Formatori Sicurezza

Corso Formatori Sicurezza

La figura del Formatore per la Sicurezza ha assunto un ruolo sempre più significativo soprattutto a seguito dell’obbligo, imposto a tutte le aziende italiane dall’ Accordo Stato Regione del 2011, di effettuare formazione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il Decreto Interministeriale del 6 marzo 2013 definisce nel dettaglio quali sono i requisiti professionali che i formatori devono possedere per essere a tutti gli effetti Formatori della Sicurezza.

Dalla lettura del citato Decreto Interministeriale ne deriva che il c.d. formatore per la sicurezza nei luoghi di lavoro, deve essere in possesso di alcuni requisiti e che tali requisiti “si applicano a tutti i soggetti formatori in materia di salute e sicurezza sul lavoro dei corsi di cui agli articoli 34 e 37 del D.lgs. 81/2008”. I requisiti dettati dal Decreto sono articolati in requisiti minimi per assicurare la presenza di tre elementi fondamentali:

• Conoscenza

• Esperienza

• Capacità Didattica

che prevedono la combinazione di aspetti teorici e pratici. Viene inoltre indicato un prerequisito comune a tutti i formatori ovvero il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado (non necessario per i datori di lavoro che effettuano la formazione ai propri dipendenti). 

Corsi disponibili per Corso Formatori Sicurezza

Corso Formatori Sicurezza
Sessione Aperta

Corso Formatori Sicurezza

Corso di formazione valido per: Formatori per la sicurezza - Durata: 24 ore. Approfondire i temi necessari per progettare un intervento, saper gestire un’aula, acquisire una metodologia didattica.

Corso Formatori Sicurezza

15

ottobre
Come partecipare
Video Conferenza

Corso Formatori Sicurezza

Vengono delineate tre aree tematiche attinenti alla salute e sicurezza sul lavoro:

1. area normativa/giuridica/organizzativa;

2. area rischi tecnici/igienico-sanitari;

3. area relazioni/comunicazione.

La preparazione del formatore sicurezza deve essere quindi ampia e comprovabile: il suo ruolo è quello di gestire tutti i corsi sulla sicurezza, da quello Datori di lavoro a quelli relativi ai lavoratori, ai dirigenti e preposti e alle altre figure che entrano nel processo sicurezza in azienda.

Si considera Formatore qualificato ai fini del decreto interministeriale, il soggetto che possegga il prerequisito e almeno uno dei sei criteri sottoelencati.

1. Precedente esperienza come docente per almeno 60 ore negli ultimi 3 anni, nell’area tematica oggetto della docenza;

2. Laurea (vecchio ordinamento, triennale, specialistica o magistrale) coerente con le materie oggetto della docenza, ovvero corsi post-laurea (dottorato di ricerca, perfezionamento, master, specializzazione…) nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, unitamente ad almeno una delle seguenti specifiche:

- percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione-formatori), o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 24 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 36 ore negli ultimi 3 anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, per almeno 48 ore, negli ultimi 3 anni.

3. Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione della durata di almeno 64 ore in materia di salute e sicurezza sul lavoro (anche organizzato/i dai soggetti di cui all’articolo 32, comma 4, del Decreto Legislativo n. 81/2008 e s.m.i.) unitamente alla specifica della lettera a) e ad almeno una delle specifiche della lettera b).

a) almeno dodici mesi di esperienza lavorativa o professionale coerente con l’area tematica oggetto della docenza

b) percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione-formatori), o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 24 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 36 ore negli ultimi 3 anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, per almeno 48 ore, negli ultimi 3 anni.

4. Attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a corso/i di formazione della durata di almeno 40 ore in materia di salute e sicurezza sul lavoro ( organizzato/i dai soggetti di cui all’articolo 32, comma 4, del Decreto Legislativo n. 81/2008 e s.m.i.), unitamente alla specifica della lettera a) e ad almeno una delle specifiche della lettera b) .

a) almeno diciotto mesi di esperienza lavorativa o professionale coerente con l’area tematica oggetto della docenza b) percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione-formatori), o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 24 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 36 ore negli ultimi 3 anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, per almeno 48 ore, negli ultimi 3 anni.

5. Esperienza lavorativa o professionale almeno triennale nel campo della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, coerente con l’area tematica oggetto della docenza, unitamente ad almeno una delle seguenti specifiche:

- percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione-formatori), o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale in Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 24 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 36 ore negli ultimi 3 anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, per almeno 48 ore, negli ultimi 3 anni.

6. Esperienza di almeno sei mesi nel ruolo di RSPP o di almeno dodici mesi nel ruolo di ASPP (tali figure possono effettuare docenze solo nell’ambito del macro-settore ATECO di riferimento), unitamente ad almeno una delle seguenti specifiche:

- percorso formativo in didattica, con esame finale, della durata minima di 24 ore (es. corso formazione-formatori), o abilitazione all’insegnamento, o conseguimento (presso Università od Organismi accreditati) di un diploma triennale m Scienza della Comunicazione o di un Master in Comunicazione in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 24 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- precedente esperienza come docente, per almeno 36 ore negli ultimi 3 anni, anche in materie diverse dalla salute e sicurezza sul lavoro in alternativa

- corso/i formativo/i in affiancamento a docente qualificato, per almeno 48 ore, negli ultimi 3 anni.

Nella logica del legislatore la predisposizione dei sei criteri risponde alla volontà di far convivere contestualmente in capo al soggetto che vuole essere formatore in materia di sicurezza e salute dei lavoratori le tre qualità fondamentali: conoscenza, esperienza e capacità didattica.


Il Decreto Interministeriale del 6 marzo 2013 prevede per il Formatore Sicurezza un continuo aggiornamento da effettuarsi con periodicità triennale attraverso alternativamente:

1. la frequenza, per almeno 24 ore complessive nell’area tematica di competenza, di seminari, convegni specialistici, corsi di aggiornamento, organizzati dai soggetti di cui all’articolo 32, comma 4, del D.lgs n. 81/2008 s.m.i. Di queste 24 ore almeno 8 ore devono essere relative a corsi di aggiornamento;

2. un numero minimo di 24 ore di attività di docenza nell’area tematica di competenza.

L’efficacia della formazione dipende da molteplici fattori, ma in particolar modo dalla capacità di comunicare e di ascoltare del Formatore. Il Corso Formatori Sicurezza infatti approfondisce le tematiche necessarie per progettare un intervento, saper gestire un’aula ed acquisire una metodologia didattica.

Go To top