Corso Formazione Lavoratori

Corso Formazione Lavoratori

La Formazione Lavoratori sulla sicurezza è uno dei principali obblighi a carico del Datore di lavoro il quale provvede alla formazione dei lavoratori, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.

Il Datore di lavoro deve assicurare che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza, anche rispetto alle conoscenze linguistiche, con particolare riferimento a:

• Concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza;

• Rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore di appartenenza dell’azienda.

La Formazione e, ove previsto, l’addestramento specifico (effettuato da persona esperta e sul luogo di lavoro) devono avvenire in occasione:

• Della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;

• Del trasferimento o del cambiamento di mansioni;

• Dell’introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi;

• Deve essere periodicamente ripetuta in relazione all’evoluzione dei rischi o all’insorgenza di nuovi rischi.

Corsi disponibili per Corso Formazione Lavoratori

Aggiornamento Lavoratori
Sessione Aperta

Aggiornamento Lavoratori

Aggiornamento valido per: Lavoratori di Aziende a Rischio Basso, Medio e Alto - Durata: 6 ore. Fornire un aggiornamento della formazione per preservare lo stato di sicurezza sul luogo di lavoro.

Aggiornamento Lavoratori

19

novembre
Come partecipare
Video Conferenza
E-Learning

Corso Formazione Lavoratori

L’Accordo Stato Regioni, al punto 10, riporta le disposizioni di prima applicazione, ovvero, quando deve avvenire la formazione del lavoratore:

“Il personale di nuova assunzione deve essere avviato ai rispettivi corsi di formazione anteriormente o, se ciò non risulta possibile, contestualmente all’assunzione. In tale ultima ipotesi, ove non risulti possibile completare il corso di formazione prima della adibizione del dirigente, del preposto o del lavoratore alle proprie attività, il relativo percorso formativo deve essere completato entro e non oltre 60 giorni dalla assunzione”.

Ciò non significa che i 60 giorni indicati nell’Accordo si intendono come il periodo entro cui il datore di lavoro debba avviare il percorso formativo, ma si intendono come il tempo massimo entro il quale il lavoratore lo deve concludere, e comunque solo nel caso non abbia potuto partecipare ai corsi precedentemente all’avvio delle proprie mansioni.

Sempre l’Accordo Stato Regioni del 2011 al punto 4 prevede una durata dei corsi variabile in funzione del settore di appartenenza dell’azienda con durata minima di 8 ore per aziende ricadenti nella classificazione “Rischio Basso” (disponibile anche in modalità E-Learning), 12 ore per aziende ricadenti nel “Rischio Medio” e 16 ore per aziende ricadenti nel “Rischio Alto”, secondo la classificazione basata sui codici ATECO 2007) e che sia composta da un modulo di Formazione Generale (disponibile anche in E-Learning) e un modulo di Formazione Specifica. Quest’ultimo deve essere adattato ai rischi riferiti alle mansioni, ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell’azienda. La Formazione Specifica può essere svolta in modalità E-learning solo per i lavoratori delle aziende con il rischio basso, mentre è richiesta la formazione in presenza per i lavoratori appartenenti ad aziende a rischio medio o elevato.

Inoltre, i Lavoratori di tutti i macrosettori ATECO devono effettuare un Aggiornamento Formazione Lavoratori della durata di 6 ore ogni 5 anni a partire dalla data di svolgimento della formazione specifica. I contenuti del corso, in conformità a quanto previsto dall’Accordo Stato Regioni, affrontano le significative evoluzioni della tutela della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, con particolare attenzione agli aggiornamenti in merito all’organizzazione e alla gestione della sicurezza in azienda dopo il D.Lgs. 81/2008, alle nuove modalità di gestione della formazione dei lavoratori, agli aggiornamenti sulle fonti di rischio e le relative misure di prevenzione affrontati tramite applicazioni pratiche e approfondimenti esemplificativi. È inoltre fornito un approfondimento giuridico-normativo sui principi della tutela della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Il corso può essere erogato anche in modalità E-learning.

Tutte le disposizioni finora elencate fanno riferimento al “Lavoratore”: “persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società; l’associato in partecipazione; il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento; l’allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale; i volontari del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e della protezione civile; gli addetti ai lavori socialmente utili”.

Go To top